Strumenti musicali

Strumenti musicali

12 Ottobre 2019 Off Di Karaeasy

Ciascuno di noi, ogni volta che ha sentito suonare il proprio gruppo preferito, ha pensato di iniziare a suonare uno strumento. Per tanti motivi poi si è deciso di rimandare: mancava la voglia, il tempo e la motivazione.
Invece adesso si è finalmente deciso. C’è da scegliere i strumenti musicali e iniziare e a prendere lezioni, ma come farlo? Ecco qualche consiglio per decidere al meglio, in base a gusti personali e predisposizione.

Come scegliere il giusto strumento musicale

Suonare? Sì, ma cosa? In molti rimangono bloccati davanti a questa semplice domanda. In realtà non è niente di complicato, ma un’operazione che richiede solo un po’ di riflessione. Come insegna la musica, bisogna imparare ad ascoltarsi. Infatti, per suonare uno strumento ci vuole innanzitutto una forte motivazione: all’inizio non sarà semplice, ma non si deve demordere. Quindi la prima regola fondamentale è che lo strumento scelto piaccia e convinca totalmente. In molti, ad esempio, utilizzano un criterio forse scontato, ma efficace: prendono come esempio il proprio idolo musicale o le tonalità suonate da un certo gruppo e decidono lo strumento di conseguenza.

Strumenti musicali per scegliere

Non va visto come un approccio superficiale, perché ognuno sceglie in base ai propri criteri e al proprio modo di essere. La musica, infatti, costituisce l’espressione più compiuta dei gusti e dell’interiorità di ciascuno. In questi casi, non esiste una regola precisa, perché tutto è a discrezione del singolo e del suo istinto. In assenza di idee, un altro consiglio è quello di fare una riflessione sul proprio corpo e carattere, ma anche se si desidera di suonare soli o in gruppo.

Strumenti musicali adatta a te

Nel primo caso bisogna pensare alla corporatura. In alcuni casi il corpo è in grado di sostenere uno strumento pesante come il contrabbasso, in altri no ed è meglio valutare altre opzioni (pianoforte, chitarra, strumenti a fiato). Anche l’aspetto caratteriale ha il suo peso: un estroverso magari preferirà stare al centro dell’attenzione e scatenarsi, mentre un introverso vorrà svolgere un lavoro nelle retrovie, magari con basso e batteria. È opportuno riflettere anche sulla tipologia di strumento musicale da scegliere: alcuni infatti possono essere suonati da soli, altri invece richiedono l’accompagnamento di altri.